0432 751347 SERVIZIO CLIENTI 0432 751347

Il tuo carrello

Il tuo carrello è vuoto.

Legno per il tuo outdoorStili ed essenze per arredare gli spazi esterni

Il legno è uno dei materiali più apprezzati per giardini e terrazze: crea un'atmosfera calda, che fa sentire ben accolti. In questo approfondimento vi diamo qualche suggerimento sullo stile più indicato per il vostro outdoor in base all'effetto che volete creare e dei consigli su quale essenza scegliere. Essendo un materiale naturale, il legno tende infatti ad adattarsi alle condizioni atmosferiche e si può modificare nel tempo. Per questo è bene scegliere gli arredi in modo accurato e prendersene cura per mantenere il loro aspetto ottimale.

Questione di stileClassico, per la sala da pranzo e non solo

Mobili e complementi in legno danno carattere a giardini e terrazze, e a seconda dello stile possono creare un'atmosfera differente. Ad esempio, sedie e tavoli a doghe sono l'emblema di un gusto più rustico o classico, ispirato ai casali, agriturismi o chalet di montagna. Suggeriamo di abbinarli a materiali naturali e magari di aggiungere qualche tocco di colore.

Gervasoni Jeko 04

Divano da esterno in Ecoteak con cuscini imbottiti

Gervasoni Jeko 05

Poltrona da esterno in Ecoteak

Gervasoni Jeko 11-14

Tavolino da esterno con piano in marmo bianco

InOut 47-48-49

Tavolino/sgabello basso in cemento

Etnho-chic, per il salotto esterno

Per un dehors dall'atmosfera etno-chic invece si può trarre ispirazione dal gusto indiano, indonesiano o thailandese, particolarmente interessanti per arredare il salotto esterno. Potreste dunque scegliere divani e poltrone con motivi intagliati, imbottiture sui toni chiari, accessori in fibre naturali e dai colori caldi, come suggeriscono le ambientazioni create da Gervasoni o Talenti.

Ispirazione scandinava, un passe-partout

A chi invece preferisce le linee essenziali suggeriamo di optare per lo stile nordico, che trova proprio nel legno uno dei materiali fondanti, modellato in questo caso con forme minimal. Fra i brand più interessanti in questo ambito, Ethnicraft e Mindo, che dell'essenzialità fanno un tratto distintivo.

Jack Outdoor Lounger

Lettino prendisole in legno di teak

Gervasoni Jeko 05

Jack Outdoor Side Table

Mindo 100 - Lounge chair

Poltrona da esterno con struttura in alluminio e teak dogato

Mindo 100 - 3-seater Sofa

Divano da esterno a tre posti

Bok chair outdoor

Sedia per esterno in legno di Ethnicraft

Bok Outdoor Dining Table

Tavolo da esterno in teak

Ogni pezzo di legno è unico e interessante grazie ai suoi 'difetti'.

Essenze di legno per gli arredi da esterno

Per quanto riguarda la scelta del tipo di legno, in generale i legni duri sono i più adatti per l'outdoor: durevoli e stabili, resistono a cambiamenti climatici, muffe e parassiti. Le essenze più usate per i mobili da esterno sono teak, iroko e mogano.

Il teak in particolare è uno dei più pregiati, tant'è che qualcuno lo definisce "il re del legno". Deriva da una specie di alberi che cresce nelle foreste tropicali in India, sudest asiatico e Filippine. È un'essenza impermeabile e resistente ai parassiti, grazie a una resina oleosa prodotta naturalmente dalla pianta. La superficie ha un colore bruno-dorato e negli anni sviluppa una patina grigio-argento, caratteristica peculiare del teak. Un aspetto importante da considerare quando si scelgono arredi è siano prodotti in modo sostenibile, con materie prime provenienti da foreste certificate FSC, gestite rispettando standard ambientali, sociali ed economici rigorosi.

Il legno di iroko invece è originario dell'Africa equatoriale ed è un'essenza molto dura e stabile. Resiste nel tempo a deformazioni e sollecitazioni dovute alle condizioni ambientali, come ad esempio cambi di temperatura e intemperie. Le tonalità di questa essenza possono andare dall'ocra al marrone scuro, a seconda della stagionatura. Insieme al mogano e al teak, l'iroko è una delle essenze di qualità migliore per l'arredo outdoor.

La robinia, pianta della famiglia delle acacie, e il legno di pino, sono altri due tipi di legno piuttosto diffusi per i mobili da esterno. Si tratta di materiali di consistenza più morbida rispetto ai precedenti, più facili da lavorare perché più malleabili. Per questo motivo tuttavia sono anche meno resistenti a intemperie, parassiti e umidità: per questo necessitano di maggiore cura e manutenzione.

Altre essenze usate per l'arredamento esterno, ma meno diffuse, sono il legno di larice, il cedro e l'ipè, impiegati in particolare per elementi costruttivi degli spazi. Anche se non si può definire legno, merita inoltre una menzione il rattan, un materiale vegetale derivato da diverse specie di piante rampicanti. Si usa soprattutto per realizzare mobili e complementi intrecciati.

Robinia
Teak
Iroko
Mogano fiammato
Cedro
Rattan

 

Manutenzione degli arredi in legno

In generale anche i legni più pregiati hanno bisogno di manutenzione per conservare un aspetto ottimale negli anni. Essendo un materiale vivo, il legno infatti si adatta alle condizioni atmosferiche, può cambiare leggermente colore e modificarsi con piccole crepe: è un processo naturale che si può rallentare o prevenire carteggiando leggermente e oliando regolarmente la superficie con prodotti specifici.

L'ideale sarebbe posizionare gli arredi in spazi esterni coperti e metterli al riparo in caso di pioggia o umidità. In inverno o quando non si usano consigliamo di coprirli con fodere adatte, acquistabili insieme agli arredi. Meglio evitare invece i materiali improvvisati come nylon o teli in plastica che rischierebbero di far ristagnare l'umidità all'interno, danneggiando il legno.